esplora

Paesi | Europa | Europa occidentale | Paesi Bassi

Ambienti naturali e questione ambientale

 

Il nome Paesi Bassi (benché comunemente sostituito da quello di Olanda, che corrisponde però alla regione più importante ed estesa del Paese) fornisce la prima indicazione, d'ordine fisico, della peculiarità delle terre di questo Paese: sono infatti le più depresse del continente

Una catena di dune e dighe lungo le coste e le rive dei fiumi principali impediscono che queste zone vengano inondate, mentre numerose stazioni di pompaggio provvedono a rimuovere l'acqua piovana in eccesso.Con il flusso delle acque controllato da chiuse, il terreno può essere desalinizzato e adibito a coltivazioni.
Infatti buona parte del territorio è costituito da polder, ovvero da terreni strappati al mare o a lagune e paludi costiere.

 

Sezioni delle morene

La sabbia occupa il 43% del suolo. Le colline dell’Utrechtse Heuvelrug o della Veluwe, composte da ciottoli o trovanti (massi erratici, lontani dai luoghi di provenienza), sono le morene dei ghiacciai scandinavi che coprivano il nord del territorio in passato

 

Rappresentazione delle isole Frisone

Sulle coste la sabbia ha creato dei cordoni litoranei. Le isole Frisone occidentali (De Waddeneilanden) costituiscono uno dei più importanti. Le dune costiere hanno un ruolo fondamentale: proteggono le pianure dalle grandi maree

 

Nei Paesi Bassi esistono due tipi di torbiere: Hoogveen (torbiere alte) e Laagveen (torbiere basse). Nelle lagune, le torbiere si sono formate su un fondo di argilla marina. Questa torba, utilizzata come combustibile, è stata completamente sfruttata e si sono così formati dei laghi in seguito prosciugati. Nel “paese alto” la torba si è sviluppata nelle zone paludose. Anche qui i giacimenti sono stati sfruttati e in seguito il terreno è stato destinato all’agricoltura creando le cosiddette “colonie di torbiera” (veenkoloniën)

Torbiera olandese

Flora, fauna e attività umane

Avifauna olandese

Le aree di vegetazione dei Paesi Bassi sono piuttosto limitate a causa della scarsità di terraferma e dell'intenso sfruttamento agricolo. Le foreste sono costituite in prevalenza da querce, faggi, frassini e pini ma fortemente minacciate da grossi problemi di de-forestazione e di conseguente estinzione di diverse specie di animali, in particolare dell'avifauna.

Parco naturale Hoge Veluwe

 

La fauna è quella tipica dei paesi europei a clima temperato: a predominare sono le specie piccole e, la realizzazione dei polder ha creato nuovi habitat per molte specie di uccelli migratori e acquatici. Il governo olandese ha da tempo privilegiato una politica di conservazione della fauna locale attraverso la realizzazione di parchi nazionali e riserve naturali.

 

 

Simbolo ufficiale dei Paesi Bassi è il celeberrimo tulipano, fiore particolarmente diffuso nel Paese ma originario della Turchia

Territori urbani

Armsterdam è la maggiore città dei Paesi Bassi e sua capitale; possiede uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta l'Europa ed è stata dichiarata patrimonio mondiale dall'Unesco.

rete di canali che caratterizzano la città di Amsterdam

Amsterdam è attraversata da 160 canali, tra principali e secondari. I quattro più importanti sono concentrici a forma di mezzaluna. Un labirinto di corsi minori uniscono o incrociano due o più di quelli principali creando un centinaio di isole. L’acqua, in media profonda circa tre metri, è mantenuta a livello costante da un sistema di 16 chiuse che ogni notte vengono aperte e poi abbassate rinnovandola completamente

 

Nella città dell'Aja convivono edifici antichi e moderni, questi ultimi costruiti a seguito dei bombardamenti subiti dalla città durante la II Guerra Mondiale

Den Haag, meglio conosciuta come l'Aja, è una delle principali città dei Paesi Bassi; sede del governo olandese e residenza della regina, sede delle ambasciate e di diverse organizzazioni mondiali. Celebre per edifici, parchi e giardini di straordinaria bellezza, l'Aja è meglio nota per essere la sede del tribunale penale internazionale per l'ex Yugoslavia

 

La costruzione della diga ('dam') sul fiume Rotte è all'origine della nascita della città di Rotterdam, la seconda città dei Paesi Bassi e il più grande porto d'Europa. La città diede i natali al celebre scrittore e teologo Erasmo da Rotterdamro

Panoramica della città di Rotterdam

Territori rurali

Lungo i trenta chilometri della Bloembolenstreek, fra Haarlem e Leida, si susseguono le principali coltivazioni di bulbi, primo fra questi il tulipano. Ogni anno i coltivatori sperimentano ardite variazioni alla ricerca di nuove sfumature, colori e forme e lo spettacolare risultato delle varietà si può vedere ogni anno in quell'incredibile tavolozza di colori che è il parco di Keukenhof, vicino a Lisse.

 

Kinderdijk è un villaggio situato a sud dei Paesi Bassi noto per possedere la maggiore concentrazione di mulini a vento del Paese. I mulini a vento di Kinderdijk hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento dell'UNESCO come sito del Patrimonio dell'Umanità.

Alcune fonti testimoniano che, un tempo, circa 10.000 mulini a vento abbiano punteggiato la campagna olandese, anche se ora ne restano solo poco più di 500. I muini ebbero grande diffusione per via del territorio piatto, che rende difficile costruire mulini ad acqua ma non ostacola il vento e consente di sfruttarne tutta la forza. Usati per distribuire l'acqua, prosciugare la terra, macinare il grano, i mulini a vento sono un elemento caratteristico del paesaggio e quelli che restano sono spesso preservati come monumenti; alcuni sono tuttora in funzione.

 

La mappa della città di Amsterdam fornisce una chiara idea della rete di canali che costellano i Paesi Bassi

I Paesi Bassi sono chiamati così poiché una vasta parte del loro territorio è al di sotto del livello del mare. Per aumentare le terre necessarie all'agricoltura gli olandesi hanno costruito dighe e canali e praticato esperimenti di prosciugamento di tratti di paludi costiere o di mare aperto, perfezionando la propria tecnica fino a giugere a quella dei cosiddetti polder

Reti stradali e ferroviarie

I Paesi Bassi possiedono una estesa rete ferroviaria che raggiunge anche le localitè minori.

Mappa ferroviaria olandese

 

La corsa singola si chiama, Enkele reis, e il biglietto di andata e ritorno Dagretour, mentre la Dagkaart, e un biglietto giornaliero che permette di viaggiare liberamente per ventiquattr'ore su tutta la rete ferroviaria. In estate, luglio e agosto, è possibile viaggiare illimitatamente in tutto il Paese con un biglietto denominato Zomertour che è valido per tre giorni.

I Paesi Bassi sono una delle mete più ambite per i viaggi attraverso l'Europa in treno

 

 

Andare in bicletta nei Paesi Bassi è parte della vita di tutti i giorni; la bicletta per gli olandesi è un vero e proprio mezzo di trasporto. Le piste ciclabili olandesi sono organizzate su 7 itinerari nazionali di circa 2000 km. Sono inoltre presenti ben oltre 6.000 km di strade atte all’uso esclusivo dei ciclisti.

Le segnaletiche delle piste ciclabili sono marcate in rosso e in bianco con cartelli a forma di fungo. Nelle strade normali la linea obbligatoria per i ciclisti sono indicate da segnali circolari blu con all’interno una bicicletta bianca.

 

 

Il ponte Erasmusburg

 

Il ponte più famoso dei Paesi Bassi è quello che collega il nord e il sud della città di Rotterdam. “Il Cigno”, come viene chiamato, è lungo 800 metri!

Popoli

La lingua Frisona 

Appartenente al gruppo delle lingue germaniche occidentali, la lingua frisona viene parlata da oltre 400mila persone, i Frisoni o Frisii

Gli olandesi, che rappresentano la maggior parte della popolazione, discendono dai franchi, dai frisoni e dai sassoni. Temendo la sovrappopolazione, nel secondo dopoguerra il governo incoraggiò l’emigrazione; circa 500.000 olandesi lasciarono le loro terre per il Canada, l’Australia, gli Stati Uniti e il Sud Africa, ma un numero ancora più alto di persone affluì nel paese dal resto d’Europa, dall’Asia (soprattutto dalle ex Indie Orientali olandesi), dalla Turchia, dal Marocco, dal Suriname e dalle Antille Olandesi. La popolazione del paese, in particolar modo quella dei centri maggiori, include pertanto numerose minoranze etniche (5%).

Abiti tradizionali dei Paesi Bassi

 

 

Il tipico costume dell’"Olandesina" è costituito dalla tipica cuffia bianca di pizzo fatta a punta al centro e con altre due punte laterali, camicia bianca e corpetto nero, gonna con righe colorate e gli immancabili zoccoli di legno, da secoli le scarpe da lavoro dei contadini olandesi e disponibili in tutti i negozi di souvenir.

Diritti e cittadinanza

Rappresentazione del quotidiano olandese Trouw dell'spulsione di immigrati dall'Olanda, di come non risparmi nè disabili nè bambini

Pur essendo un paese democratico, i Paesi Bassi sono implicato in gravi violazioni dei diritti umani in particolare nei confronti di numerosi richiedenti asilo trasferiti in Grecia o persone detenute per immigrazione per più di 12 mesi, poiché la legge olandese non prevede alcun limite temporale per la detenzione per immigrazione

 

La Commissione Europea ha raccomandato al governo olandese la ridefinizione delle norme riguardanti la permanenza nel Paese di lavoratori immigrati poichè accusate di essere discriminanti

 

Noti per il clima multiculturale che da sempre li caratterizza, in seguito all'omicidio del regista olandese Theo Van Gogh ad opera di un giovane integralista islamico, Paesi Bassi registrano un crescente aumento del malcontento verso l'integrazione della minoranza musulmana presente nel Paese

Realtà economica e politica

La Famiglia Reale olandese; al centro, la regina Beatrice

I Paesi Bassi sono una monarchia costituzionale sin dal 1815 e, dal 1848, anche parlamentare. L'’attuale sovrano del Regno d’'Olanda, nonchè Capo dello Stato olandese, è la regina Beatrice che conserva un ruolo cerimoniale e i cui compiti principali consistono nella nomina del primo ministro e dei giudici di corte

 

Come gli imperi coloniali portoghese e spagnolo, anche quello olandese fu un impero coloniale su scala planetaria. Oggi, infatti, i Paesi Bassi sono parte di una federazione, il Regno dei Paesi Bassi, comprendente anche le ex-colonie di Aruba e delle Antille olandesi.

Colonie europee alla vigilia della Prima Guerra Mondiale

 

L’agricoltura dei Paesi Bassi è altamente produttiva e dà un forte impulso alle esportazioni nonostante solo il 3% circa della popolazione attiva sia occupata nel settore
Prati e pascoli occupano il 50% dei terreni agricoli; il resto è sfruttato per l’orticoltura e la floricoltura che forniscono oltre il 30% del reddito agricolo nazionale. Le maggiori produzioni sono quelle di cereali (frumento, orzo, segale, avena, mais), patate, lino, colza, barbabietola da zucchero, ortaggi (pomodori, cipolle, cavoli, piselli) e frutta (mele, pere, fragole, uva, prugne); la coltivazione di fiori è estremamente importante e comprende tulipani, giacinti, crisantemi, lillà, rose di serra.

Le pietre più prestigiose del mondo vengono tagliate ad Amsterdam

Petrolio e gas costituiscono il 7% delle esportazioni totali del paese. Nell’ultimo decennio del XX secolo la produzione di energia eolica ha avuto un nuovo incremento, incentivato dai problemi di inquinamento ambientale. Un settore di particolare rilevanza è quello della lavorazione dei diamanti.

Monete e banconote

fiorino olandese

La valuta nazionale utilizzata nei Paesi Bassi fino all'entrata in vigore dell'Euro è il fiorino olandese tutt'ora utilizzato in due delle ex colonie olandesi, ad Aruba e nelle Antille olandesi

 

Le monete euro olandesi presentano due disegni raffiguranti il ritratto della regina Beatrice; tutte le monete recano le 12 stelle della bandiera dell'UE e l'anno di conio

L'Euro 

Che cos'è l'Euro? Quando e come è stato introdotto? Quali paesi hanno adottato l'Euro come valuta nazionale? Unisciti all'equipaggio dell'Euro per saperne di più sulla valuta dell'Unione Europea e metti alla prova le tue conoscenze

Le banconote euro sono sette, rispettivamente del valore di 5, 10, 20, 50, 100, 200 e 500 euro disegnate da Robert Kalina e sono uguali in tutti i Paesi memebri che hanno adottato l'euro come valuta corrente. Le immagini ritratte rappresentano vetrate, archi e ponti appartenenti a sette importanti periodi architettonici della storia culturale europea: l'età classica, romana, gotica, il Rinascimento, il barocco e rococo, delle costruzioni di ferro e vetro e l'architettura contemporanea del XX secolo

Cibo, alimentazione e ricette

Il celebre Edamer olandese

La cucina dei Paesi Bassi si distingue per la sua semplicità: il Paese è celebre per i prodotti caseari (latte, burro, yogurt, formaggi rinomati come Edammer-o Edamer- e Gouda) mentre pane e patate sono consumati in quantità sovrabbondante: il pan di zenzero (koek) accompagna immancabilmente il momento del caffé.

 

Aringhe crude con cipolle

Un ruolo importante nella cucina olandese è dedicato al pesce e ai frutti di mare come le ostriche, sempre freschissimi. Il pesce più comune e più consumato è l'aringa, quella fresca si mangia anche cruda con le cipolle (arringa verde).

 

Particolarmente diffuse nel Paese sono anche le zuppe; le più comuni sono l'antica erwtensoep (zuppa di piselli), calda e densa preparata con prosciutto o salsiccia e la Sipelsoep (zuppa di cipolle)

Stelle di cioccolato 

Sono i dolcetti tipici del Natale che si offrono agli amici nelle riunioni intorno all’albero o al camino.

Ingredienti: 250 g di cioccolato fondente, nocciole tostate, 150 g di cioccolato bianco, 2 cucchiai di caffè, 1 dl di panna montata.

Far fondere il cioccolato nero e stenderlo su un foglio di carta da forno fino a formare uno strato dello spessore di 2-3 mm. Quando si sarà raffreddato e rappreso, tagliare con le formine delle stelle; sulla metà di esse disporre le nocciole spezzettate e lasciare che si asciughino completamente. Fondere il cioccolato bianco con il caffè mescolato alla panna. Accoppiare le stelle tra loro farcendole con la crema così ottenuta.

 

Pastiglie di Haarlem

I dolci sono di ottima qualità, in particolare il cioccolato. Molto conosciute sono le 'pastiglie" di Haarlem, la chocoladehagelslag o grandine di cioccolata. I dolci sono in gran parte a base di pasta lievitata e frutta candita.

Vlaai alle ciliegie

Le Limburgsevlaaien, torte di frutta del Limburgo, sono molto popolari, insieme alle numerose varietà di pandolce, come il Groninger koek e il Deventer Koek, e di biscotti.

 

A causa del passato coloniale olandese, la cucina dei Paesi Bassi ha subito una notevole influenza dai cibi e dalle pietanze asiatiche. A partire dalla fine del XVI secolo molte spezie e prodotti tipici dell'Asia, ma anche di molte altre parti del mondo, furono introdotti nella cucina olandese.

Rijsttafel

Oggi alcuni piatti tipici delle Indie Olandesi (Indonesia) sono entrati a far parte della tradizione culinaria olandese tra questi il Nasi Goreng (riso con pollo o maiale) e il Rijsttafel, cioè da 12 a 30 piccole porzioni di diversi piatti a base di riso e spezie.

Case e insediamenti umani

Molte abitazioni ad Amsterdam sono molto alte e strette come anche le scale interne. Per questo motivo, i ganci collocati nella parte superiore degli edifici vengono utilizzati come carrucola per issare le merci fino ai piani più alti. Oltre ai ganci, vi è un ulteriore accorgimento adottato per questa funzione: gli edifici sono leggermente inclinati per permettere ai carichi di rimanere scostati dalla facciata degli edifici

Case tipiche della città di Amsterdam con particolare dei ganci nella parte superiore degli edifici

Non galleggiano liberamente come una barca, ma si staccano dal suolo con l'innalzarsi del livello delle acque: sono le cosiddette case anfibie olandesi, tipiche abitazioni che sorgono vicino ad un corso d’acqua. Sono costruite in legno leggero e, quando il livello dell’acqua sale, anche la casa sale, sorretta dalla spinta di Archimede

Casa anfibia nella città di Amsterdam

 

 

Arte tradizionale e moderna

I mulini a vento di Kinderdijk furono costruiti intorno al 1740, situati in un caratteristico paesaggio, sono inseriti nella lista del patrimonio dell'umanità UNESCO

 

Vincent Van Gogh, Notte stellata

La pittura olandese ha una grande tradizione che trova le proprie origini nella pittura fiamminga del tardo medioevo e del primo rinascimento

 

Ritratto di Rembrandt

I pittori olandesi più famosi sono senza dubbio Vincent Van Gogh e Rembrandt

 

La cultura olandese non può tuttavia essere ridotta alla sola arte pittorica; il XVII secolo fu anche l'età d'oro dei Maestri olandesi nell'architettura.

Nella letteratura e nella filosofia, i primi olandesi a raggiungere fama internazionale furono Erasmo da Rotterdam e Spinoza

Copertina dell'opera datata 1891

Il più importante romanzo della letteratura olandese fu pubblicato nel 1860 da Multatuli con il titolo Max Havelaar; in esso si denunciava il cattivo trattamento degli indigeni nelle colonie olandesi.

 

Nel campo delle arti minori, notevole sviluppo ebbe nei Paesi Bassi la produzione di vetri; la fama dei vetri olandesi e fiamminghi è dovuta soprattutto alla qualità delle incisioni e all'originalità delle forme e dei materiali.

Musiche e danze

Musiche

Antica immagine raffigurante un organo a rullo

La musica tradizionale olandese è costituita da un genere chiamato "Levenslied", che significa canzone di vita; i brani presentano ritmi e melodie piuttosto semplici che cantano la profondità dei sentimenti come amore, morte e solitudine. Gli strumenti tipici di questo genere musicale sono la fisarmonica e l'organo a rullo

 

Anche la musica popolare è caratterizzata da motivi semplici supportati da melodie veloci e spesso allegre

 

Danze

La danza popolare nei Paesi Bassi viene chiamata "Folkloristisch" (folcloristica) qualche volta "Boerendansen" (danza contadina) o "Klompendansen" (danza dello zoccolo). Nonostante molti associno le danze popolari olandesi con gli zoccoli, questi ultimi venivano utilizzati maggiormente per lavorare

Skotse fjouwer

Gran parte delle danze popolari olandesi sono in realtà di origine scozzese: Skotse trije, Skotse fjouwer, horlepiep of hakke toone

 

Di origine tedesca sono invece le danze diffuse nell'est del Paese come Driekusman, Hoksebarger, Veleta, Kruispolka e il Spaanse Wals

Giochi e attività ludiche

Il giro delle 11 città è lungo 200km e per ora il tempo minimo di percorrenza impiegato è 7 ore

Pattinare sui canali ghiacciati con pattini di legno divenne un passatempo popolare nel XVII secolo nei Paesi Bassi, tanto che proprio qui ebbe origine il pattinaggio di velocità su ghiaccio

Antichi pattini olandesi

 

Negli inverni particolarmente rigidi viene organizzata in Friesland, nel nord dei Paesi Bassi il ‘Giro delle 11 città', una gara di pattinaggio sul ghiaccio naturale molto conosciuta in tutto il Paese e seguita dai media. L'affetto per la competizione è tale da dedicargli un monumento, nel particolare, il ponte sul fiume Ouddeel "It Sil Heve" piastrellato da particolari mattonelle raffiugranti i pattinatori partecipanti dal 1908 a ora.

Ponte It Sil Heve

 

Nei Paesi Bassi sono inoltre largamente praticati sport di tradizione olandese come il fierljeppen e il beugelen, quest'ultimo, gioco medievale precursore del moderno biliardo, che consiste nel far passare delle palle da 4-4,5 kg attraverso un anello piantato nel terreno prima della squadra avversaria

 

Per quali di questi giochi dovrai premunirti di una pallina da tennis?

Boompje Wisselen, Fopbal e Verstoppertje sono solo alcuni giochi tipici dei Paesi Bassi; scopri gli altri e prova a giocare con i tuoi amici!

 

Un gioco a squadre ambientato in Olanda: c'era una volta l'Olanda e c'è ancora! Invita tutti i tuoi amici a giocare.

gioco del Sjoelen

Antico gioco di origine olandese, per lungo tempo dimenticato e, nel 1920, riproposto in molti paesi è il biliardo olandese chiamato Sjoelen

 

Feste e riti religiosi

La festività più importante è la festa nazionale olandese Koninginnedag - il compleanno ufficiale della Regina, il 30 aprile. Benché il compleanno della Regina Beatrice sia il 31 gennaio, esso viene celebrato il 30 aprile, il giorno del compleanno di sua madre, Giuliana. In tale occasione si svolgono in tutto il paese attività festive, dalle parate ai mercatini, agli eventi sportivi.

Monumento dedicato alle vittime della seconda guerra mondiale

 

Un'altra festività importante è il Dodenherdenking, il giorno del Ricordo, celebrato il 4 maggio, durante la quale vengono commemorate le vittime olandesi della seconda guerra mondiale;

 

Illustrazione della liberazione dei Paesi Bassi dalle truppe naziste

il 5 maggio invece è la festa della Liberazione, che celebra appunto la liberazione del Paese dall'occupazione tedesca ad opera delle truppe canadesi

Natale nei Paesi Bassi 

Come si festeggerà il Natale nei Paesi Bassi? E chi è San Nicola per gli olandesi? Scopri quali sono le tradizioni del Natale!

 

 

 

 

 

40 giorni prima di Pasqua nei Paesi Bassi si festeggia il Carnevale chiamato, nella lingua originaria, 'Vastenavond', 'Karnaval' o 'Carnaval. Il carnevale più celebre è quello della città di Maastricht

Celebrazioni del Carnevale nella città di Maastricht

 

 

In maggio ogni anno si festeggia la Giornata Nazionale dei Mulini a Vento, che si celebra intorno all'11 e al 12 maggio. Circa 700 mulini vengono aperti al pubblico, in una giornata didattica dove orgogliosi mugnai insegnano ai visitatori il funzionamento delle di queste antiche e poetiche costruzioni

 

Scuola ed educazione

Il sistema scolastico nei Paesi Bassi prevede una istruzione obbligatoria complessiva di 12 anni, dai 4 ai 16 anni d'età che si articola nella Scuola Primaria-elementare che va dai 4 anni ai 12 anni e nella Scuola Secondaria-superiore che va dai 12 anni ai 18 anni.

Il sistema di istruzione superiore olandese comprende l’istruzione universitaria e l’istruzione superiore professionale che viene impartita nelle Hogescholen

Fiabe e racconti

Una delle numerose illustrazioni dell'artista Anton Pieck

I più bei libri di favole dei Paesi Bassi appartengono all'autore Anton Pieck, pittore al quale il Paese ha dedicato il parco dei divertimenti di Efteling

 

Leggi la storia della Principessa Splendore e scopri se riuscirà a trovare un principe che chieda la sua mano!

 

 

"Fokke, capitano olandese di lungo corso, era un uomo audace ed esperto del suo mestiere...." Leggi la favola del vascello fantasma, nota come l'Olandese volante!

 

 

 

I Klompen, i famosi zoccoli olandesi

Simbolo dei Paesi Bassi, gli zoccoli in legno detti Klompen: leggi la storia della loro origine attraverso il viaggio dei giramondo!

 

 

 

Un classico della filosofia moderna, scritto dal medico olandese Bernard De Mandeville, La favola delle api è un breve poema satirico che vuole rappresentare un'interpretazione dell'individualismo moderno

Testimonianze

Immagine del Parco di Madurodam

L'Aja ospita la città in miniatura Madurodam, dove si possono trovare le ricostruzioni dei più importanti monumenti e attrazioni olandesi

 

I dolmen sono monumenti preistorici costituiti da due o più pesanti pietre verticali sormontate da un lastrone, così da formare di solito una camera, in genere a uso sepolcrale. Si trovano soprattutto nell’Europa occidentale, settentrionale e meridionale.
Nella provincia olandese della Drenthe, i dolmen sono ubicati in zone panoramiche molto belle. Il famoso pittore Vincent van Gogh scrisse in una lettera: ‘La Drenthe è così bella che preferirei non averla mai vista se non potessi rimanerci per sempre’.

 

Simbolo dei Paesi Bassi nel mondo è il famoso tulipano, e cui distese colorano la campagna olandese in primavera; leggi la storia di questo fiore!

 

L'Olanda è conosciuta in tutto il mondo per il color arancione quale simbolo nazionale, nonostante non compaia ormai più nei simboli patrii come la bandiera o lo stemma. L'arancione deriva dalle discendenze dell'attuale dinastia reale olandese dalla Casa d'Orange-Nassau.

Personaggi

Girasoli, una delle celebri opere di Van Gogh conservato oggi alla National Gallery di Londra

L'Olanda viene spesso associata ai suoi famosissimi pittori: da Rembrandt a Mondrian, solo per citarne alcuni; il più acclamato è senza dubbio Vincent Van Gogh

 

L’eroe nazionale olandese è Willem van Oranje (Guglielmo I d'Orange), padre dell'indipendenza dei Paesi Bassi dagli spagnoli

 

Erasmo da Rotterdam

Tra i personaggi più celebri vi è lo scrittore e teologo Erasmo da Rotterdam tra i più importanti esponenti della corrente filosofica dell'Umanismo

 

 

 

Rotta seguita da Schouten durante il viaggio intrapreso negli anni 1615-1617

I Paesi Bassi diedero i natali anche ad uno dei più famosi esploratori dei secoli XVI e XVII, Willem Schouten, scopritore di nuove rotte verso il Pacifico e primo esploratore ad aver doppiato capo Horn (cui diede il nome, dalla cittadina da cui salpò, Hoorn, in Olanda)

 

Fanny Blankers-Koen

Fanny Blankers-Koen, atleta vincitrice di quattro medaglie d'oro alle Olimpiadi di Londra del 1948, detta "la mamma volante" poichè all'epoca delle sue vittorie era già mamma di due bambini, fatto insolito per quel tempo