conosci

Paesi | Europa | Europa meridionale | San Marino

Carta d'identità

Bandiera:
Capitale: Città di San Marino
Area del Paese in chilometri quadrati: 60
Numero degli abitanti del Paese per ogni chilometro quadrato: 496
Forma di governo: Repubblica
Data dell'indipendenza: 3 settembre 301
Moneta: Euro

Spazio fisico

Testo completo:

La nascita e la sopravvivenza nei secoli della piccola Repubblica trovano una primaria giustificazione nella sua stessa geografia fisica. Sopra le dolci ondulazioni argillose che dal versante appenninico scendono alla costa romagnolo-marchigiana s'innalza con una imponente parete rocciosa, simile a uno scoglio inaccessibile, la rupe calcareo-arenacea del monte Titano (738 m.). Qui il territorio sammarinese trova la sua nota morfologica dominante e qui prese avvio il popolamento della regione e si formò spontaneamente uno staterello indipendente, tipica espressione di quel processo proprio dell'età comunale, quando una regione geograficamente ben individuata (e facilmente difendibile) dava spesso origine a un'autonoma entità politica. Il territorio, posto nell'area interfluviale tra i fiumi Marecchia e Conca, ha clima temperato, con inverni non rigidi (media di gennaio 3 °C) ed estati piuttosto calde (media di luglio 24 °C); le precipitazioni ammontano a 900 mm annui, con massimi in autunno e inverno, mentre l'estate è sensibilmente asciutta.

Ambiente umano

Testo completo:

La popolazione, che alla fine del XIX secolo assommava a circa 9.000 abitanti, oggi è quasi triplicata. Conta 2.294 abitanti la capitale San Marino, pittoresca cittadina d'aspetto medievale, ricca di monumenti, dalla quale soprattutto si ammira un vastissimo panorama sia sul litorale adriatico sia sull'Appennino Tosco-Emiliano ; gli altri centri principali sono Borgo Maggiore (2.390 abitanti), ai piedi del Titano che da qui s'innalza quasi a picco, mostrando la vetta tricuspidale coronata da tre torri, e collegato con funivia a San Marino, e Serravalle-Dogano (4.800 abitanti), il maggior centro agricolo-industriale del minuscolo Stato, posto sull'arteria stradale che rapidamente conduce a Rimini.

Aspetti economici

Testo completo:

Al pari di altri micro-Stati europei, anche San Marino basa la propria economia sul turismo, cui sono strettamente connessi l'artigianato locale e, in genere, l'attività commerciale. Tradizionali risorse del Paese sono anche l'agricoltura (frumento e vite, quest'ultima al servizio di un'industria enologica che vanta vini di ottima qualità), l'allevamento del bestiame e l'industria: tessiture, fabbriche di mobili e ceramiche, conservifici, lavorazione della carta e del cuoio. Una notevole fonte di guadagno è infine data dall'emissione di francobolli, assai ricercati dai filatelici.

Storia

Testo completo:

La versione tradizionale intorno all'origine di San Marino, come detto, racconta che alcuni schiavi dalmati, guidati da un tagliapietre di nome Marino, riunite le loro famiglie, fondarono sul monte Titano una specie di comunità religiosa che ebbe subito la benedizione del vescovo di Rimini, Gaudenzio. Le minacce d'invasione degli Ungari, dei Saraceni e dei Normanni fecero sì che i Sammarinesi pensassero a fortificarsi. Nacquero in tal modo le tre torri sulle tre più alte "penne" del Titano: la Rocca o Guaita, la Cesta e il Montale. Durante la lotta per le investiture, San Marino diventò comune con statuti e consoli regolari e indipendenti. Nelle contese fra i Malatesta e i Montefeltro, durante il XV secolo, San Marino fu sempre fedelissima alleata dei Montefeltro. Particolarmente aspre furono le lotte del piccolo Stato contro Sigismondo Malatesta, fra il 1440 e il 1450: in tale occasione Sigismondo, sconfitto, dovette cedere il castello di Fiorentino oltre a Montegiardino, Serravalle e Faetano, che costituirono gli ultimi ampliamenti territoriali della Repubblica. Fino a quando Cesare Borgia non se ne impadronì nel 1503, San Marino non conobbe governo di stranieri, ma poi riassunse la propria indipendenza. Nei secoli XVI e XVII, si trovò circondata dal territorio papale; la forte influenza spagnola, esercitata in quasi tutta la Penisola, ebbe la spiacevole conseguenza di consegnare il potere all'aristocrazia, per cui il Gran Consiglio divenne un'oligarchia di 45 membri, tutti nobili. Nel 1797 Napoleone offrì alla Repubblica un ampliamento di territorio, ma i Sammarinesi lo rifiutarono, cosicché il Congresso di Vienna, restaurando monarchie e principati, rispettò l'integrità e riconobbe la sovranità della Repubblica. Dalla fine del Settecento al 1830 lo Stato fu retto dalla sapiente oculatezza di Antonio Onofri, a cui i cittadini attribuirono il titolo di padre della patria.
Durante il XIX secolo, San Marino riprese l'antica sua funzione civile di rifugio dei perseguitati: molti patrioti trovarono asilo sul Titano. Dopo le guerre d'indipendenza, si trovò circondata dal Regno d'Italia e, ancora una volta, le fu riconosciuta la legittima sovranità sul suo territorio. Nella prima guerra mondiale San Marino mantenne la propria neutralità, ma inviò comunque un corpo di spedizione sanitario ed ebbe anche i suoi caduti. Durante il secondo conflitto mondiale, la piccola Repubblica fu duramente bombardata dagli Inglesi. Malgrado la fragilità della sua autonomia, la Repubblica mantiene intatti i suoi ordinamenti e la sua tradizione di giustizia e di equilibrata saggezza.

Popolazione

(?)
Numero degli abitanti del Paese: 31534
(?)
Percentuale degli abitanti del Paese che vivono nella citta': 94,11
(?)
Gruppi etnici piu' numerosi nel Paese:

Sammarinesi, italiani

(?)
Lingua piu' diffusa e altre minoranze linguistiche:

Italiano

(?)
Religioni:

Cattolici

Demografia

(?)
Crescita in un anno del numero di abitanti (in percentuale): 0,80
(?)
Numero di bambini nati in un anno ogni 100.000 abitanti: 0,00
(?)
Numero di morti in un anno ogni 100.000 abitanti: 0,00

Media dell'area geografica: 7.7599999734334 (su un totale di 14 stati)

(?)
Numero di bambine che sono morte prima di aver compiuto cinque anni, ogni 1000 bambini nati: 3,00
(?)
Numero di bambini che sono morti prima di aver compiuto cinque anni, ogni 1000 bambini nati: 4,00
(?)
Numero medio di figli per donna: 0,00
(?)
Eta' mediana degli abitanti del Paese : 0,00
(?)
Numero di anni che potrebbe ragionevolmente vivere un bambino che nasce oggi: 0,00
(?)
Numero di anni che potrebbe ragionevolmente vivere una bambina che nasce oggi: 0,00

Indicatori economici

(?)
Valore dei beni e dei servizi prodotti in un determinato intervallo di tempo in un Paese: 0,00
(?)
Valore dei beni e dei servizi disponibili in media per ogni abitante in un anno: 0,00
(?)
Percentuale della spesa annuale dello Stato per la salute dei cittadini : 18
(?)
Percentuale della spesa annuale dello Stato per l' istruzione dei cittadini : 9
(?)
Quantita' di denaro che e' stata prestata al Paese da governi, enti pubblici o privati di altri Paesi: 0,00

Istruzione

(?)
Percentuale delle bambine iscritte alla scuola elementare tra coloro che hanno l'eta' prevista (tutte le altre non vanno a scuola): 93
(?)
Percentuale dei bambini iscritti alla scuola elementare tra coloro che hanno l'eta' prevista( tutti gli altri non vanno a scuola): 91

Comunicazioni

(?)
Numero linee telefoniche ogni 100 abitanti: 58,88
(?)
Numero di telefoni cellulari ogni 100 abitanti: 111,75
(?)
Percentuale degli abitanti del Paese che ha accesso a Internet e lo usa (tutti gli altri non hanno accesso ad Internet): 49,60

Trasporti

(?)
Chilometri di strade ogni 100 Km quadrati:

 

(?)
Chilometri di rete ferroviaria ogni 100 Km quadrati:

-