conosci

Paesi | Asia | Asia meridionale | Bangladesh

Spazio fisico

Testo completo:

Morfologia e idrografia. Il Bangladesh si estende su un territorio che, senza delimitazioni fisiche ben individuate, si affaccia sulla costa settentrionale, bassa e alluvionale del Golfo del Bengala. Fatta eccezione per le colline di Chittagong e una ristretta zona marginale dell'altopiano di Shillong, il Bangladesh è caratterizzato da un'immensa pianura, formatasi in seguito alle alluvioni di numerosi fiumi: il Gange, il Brahmaputra-Jamuna, il Tista e il Surma-Meghna che drena l'altopiano di Shillong. Nella zona settentrionale del Paese, tra il Gange e il Brahmaputra, si estende il Barind, sorta di bassopiano ondulato, frazionato dai solchi di numerosi corsi d'acqua; caratteristiche analoghe ha la vicina giungla di Madhupur, tra lo Jamuna e il Meghna. Queste due regioni, situate al di sopra del livello delle inondazioni (paradelta), presentano terreni ferruginosi e rossastri, noti localmente col nome di khiyar. La sezione centrale del Paese si trova sul cosiddetto delta evoluto, regione in cui le minime differenze di livello hanno un'importanza decisiva agli effetti dell'inondazione; estesa per ca. 65.000 km2, è una pianura bassa, anfibia con alcune zone che appartengono già al delta maturo, in quanto aree depresse e occupate quindi da laghi e acquitrini. A quest'ultimo tipo di delta si può ricollegare la pianura di Sylhet, che si insinua tra l'altopiano di Shillong, la giungla di Madhupur e le colline di Chittagong. Più vicino al mare è il delta attivo, che si estende per una profondità che varia tra 100 e 130 km; regione anfibia interessata sia dalle inondazioni sia dalla marea, è occupata da una vasta foresta di mangrovie, la cui sezione occidentale viene chiamata Sundarbans (bella foresta). La regione delle colline di Chittagong, nel Bangladesh sud-orientale, presenta caratteristiche del tutto diverse; interessata dall'orogenesi himalayana, è costituita da una decina di catene parallele, orientate da nord a sud, alte in media 600m e separate da vallate a fondo piatto (tra esse, la principale è quella del Karnafuli, fiume che nel suo corso superiore alimenta l'omonimo grande lago artificiale).

Clima. Il Bangladesh ha un clima caratterizzato da elevate temperature, violente precipitazioni e marcata distinzione tra una stagione umida (da aprile a ottobre) e una asciutta. Queste condizioni si spiegano con la posizione geografica del Bengala che, per l'ostacolo frapposto dalle catene dell'Arakan e dell'Himalaya, è investito dal flusso umido del monsone di sud-ovest proveniente dal mare. I valori medi della temperatura variano dai 16-20 °C in gennaio ai 27-28 °C in luglio, con punte massime di 31 Co (Cox's Bazar) e 36 °C (Rajs hahi) in aprile, il mese più caldo. La quantità complessiva delle precipitazioni è dovunque assai elevata, con valori minimi di 1.500 mm nella sezione occidentale del Paese e massimi (oltre 5.000 mm annui) nelle sezioni nord-orientali, in prossimità dell'altopiano di Shillong, e sud-orientali (Cox's Bazar). Più che la quantità complessiva delle precipitazioni è significativa la loro distribuzione stagionale. Nel periodo delle piogge, infatti, i cicloni che si formano sul Golfo del Bengala giungendo sulla fascia costiera provocano precipitazioni abbondanti e talora catastrofiche sulle regioni anfibie, invase anche da alte onde di marea.

Ambiente umano

Testo completo:

Se si escludono i micro-Stati come Malta o il principato di Monaco, il Bangladesh è lo Stato più densamente popolato del mondo, fatto che provoca problemi enormi di occupazione e sostentamento. Il relativo miglioramento della situazione politica interna ha consentito al governo di affrontare con maggiore efficacia i problemi economici e sociali che gravano sul Paese. Estremamente basso è il tasso di urbanizzazione. Le due principali città sono Dacca/Narayanganj (che formano un'unica conurbazione) e Chittagong, porto naturale alla foce del Karnafuli nel Golfo del Bengala; seguono, in ordine demografico decrescente, Khulna, Rajshahi , Barisal, Sylhet, Jessore, Rangpur, Comilla, Mymensingh ecc. I centri abitati dalla popolazione rurale, edificati in funzione della difesa dalle inondazioni annuali, occupano solitamente le zone che emergono dal livello d'inondazione e che sono sovente isole artificiali, costruite dall'uomo per sfruttare i terreni circostanti. Le dimore hanno caratteristiche simili all'habitat indiano delle regioni umide: capanne rettangolari con muri di fango e tetti di stoppia a doppio spiovente, costruite all'interno di un cortile chiuso.

Aspetti economici

Testo completo:

L'economia del Bangladesh è essenzialmente agricola, favorita dal clima umido che rende possibili tre raccolti annuali (invernale, primaverile ed estivo): principale coltura è quella del riso, che però non è sufficiente al fabbisogno interno. Hanno contribuito ad aggravare la situazione una serie di calamità naturali (alluvioni), che hanno colpito alcune regioni del Bangladesh tra la fine del 1997 e l'inizio del 1980, rendendo ancora più precarie le condizioni di vita della popolazione. Importanti sono le colture di prodotti a uso industriale, tra cui la iuta, principale prodotto di esportazione del Paese, la canna da zucchero, diffusa soprattutto nei territori più elevati, il tè, il tabacco, i semi oleosi (lino, sesamo, arachidi, ricino), il cotone ecc. L'allevamento del bestiame (soprattutto bovini) è assai diffuso; in gran parte però denutriti per carenza di pascoli. Un posto di primo piano ha la pesca, praticata nelle zone anfibie. Gran parte del pescato è però venduto essiccato e salato. La sopravvivenza di gran parte della popolazione continua a dipendere degli aiuti internazionali gestiti dalla Banca mondiale e dal Fondo monetario. Assai modesto è il ruolo dell'industria, essenzialmente basata sulla lavorazione dei prodotti agricoli (tessiture, zuccherifici, manifatture di tabacchi) e forestali (cartiere), cui si aggiungono alcuni complessi chimici, metalmeccanici, della gomma, del cemento ecc. Il prodotto tradizionale dell'artigianato è la mussola, che da secoli ha reso famosa la capitale. Le comunicazioni fanno capo al porto di Chittagong e all'aeroporto di Dacca/Terzgaon; grande sviluppo ha la rete fluviale, che collega tutto l'interno del Paese.

Storia

Testo completo:

Integrato nel Pakistan (di cui costituì la Provincia Orientale) dopo la fine del dominio coloniale britannico (1947), il Bangladesh divenne indipendente con l'insurrezione del 1971, diretta da Mujibur Rahman e sostenuta dall'India. Nel gennaio 1975 Rahman abolì il sistema parlamentare, ma fu ucciso dopo pochi mesi durante un colpo di Stato che aprì un decennio segnato dal susseguirsi di giunte militari. Una massiccia mobilitazione popolare portava nel 1991 a libere elezioni, che davano la guida del governo al leader del moderato Partito Nazionale, Khaleda Zia, che introduceva una contestatissima legislazione di emergenza. Nel 1993 le dimissioni in blocco dei deputati delle opposizioni aprivano una nuova fase di scontri di piazza, che facendo centinaia di vittime approdavano nel 1996 a nuove elezioni, vinte dalla Lega Awami. Il neo primo ministro Hasina Wajed si impegnava a un difficile rientro alla normalità, sostenuta da un Gruppo d'aiuto composto da diversi istituti bancari esteri operanti in accordo col FMI. Nel 1998 eccezionali inondazioni hanno colpito i due terzi del paese, lasciando oltre 30 milioni di senzatetto, in aiuto dei quali il Programma alimentare mondiale (WFP) ha lanciato la più importante operazione di assistenza della storia. Tra il 1999 e il 2001 vi sono stati forti contrasti tra governo e opposizioni, che hanno portato alle dimissioni di Hasina Wajed e a nuove elezioni. Queste hanno visto la larga vittoria del partito nazionalista conservatore (BNP) vicino alle posizioni del fondamentalismo islamico e nuovo capo del governo è divenuto Khaleda Zia (X.2001). Si è aperta una nuova fase nella vita politica del paese, caratterizzata da maggiori aperture al liberismo e da una più marcata repressione verso la minoranza induista, cosa che ha provocato grandi manifestazioni di protesta organizzate dalla Lega Awami. Nel 2002 Iajuddin Ahmed veniva eletto presidente. Nel 2004 il Paese era colpito da una disastrosa alluvione. Nel gennaio 2007 il presidente decideva di rinviare le elezioni e si dimetteva dall'incarico di premier, che veniva conferito a Fazlul Haq, per un'esecutivo di transizione.

Popolazione

(?)
Numero degli abitanti del Paese: 148692131
(?)
Percentuale degli abitanti del Paese che vivono nella citta': 28,37
(?)
Gruppi etnici piu' numerosi nel Paese:

Bengali: 98%, altri: 2% (1998)

(?)
Lingua piu' diffusa e altre minoranze linguistiche:

bangla o bengali (ufficiale), inglese

(?)
Religioni:

musulmani 83%, Hindu 16%, altri 1% (1998)

Demografia

(?)
Crescita in un anno del numero di abitanti (in percentuale): 1,12
(?)
Numero di bambini nati in un anno ogni 100.000 abitanti: 21,48
(?)
Numero di morti in un anno ogni 100.000 abitanti: 6,26

Media dell'area geografica: 7.5466666221619 (su un totale di 9 stati)

(?)
Numero di bambine che sono morte prima di aver compiuto cinque anni, ogni 1000 bambini nati: 42,80
(?)
Numero di bambini che sono morti prima di aver compiuto cinque anni, ogni 1000 bambini nati: 46,40
(?)
Numero medio di figli per donna: 2,38
(?)
Rapporto tra i sessi: 102,62
(?)
Rapporto tra i sessi alla nascita: 1,05
(?)
Eta' mediana degli abitanti del Paese : 24,19
(?)
Numero di anni che potrebbe ragionevolmente vivere un bambino che nasce oggi: 67,41
(?)
Numero di anni che potrebbe ragionevolmente vivere una bambina che nasce oggi: 68,29

Indice di sviluppo umano

(?)
Posizione / 179: 146

Indicatori economici

(?)
Valore dei beni e dei servizi prodotti in un determinato intervallo di tempo in un Paese: 113,86
(?)
Valore dei beni e dei servizi disponibili in media per ogni abitante in un anno: 766,94
(?)
Percentuale della spesa annuale dello Stato per la salute dei cittadini : 6
(?)
Percentuale della spesa annuale dello Stato per l' istruzione dei cittadini : 14
(?)
Percentuale della spesa annuale dello Stato per le armi e l'esercito : 8
(?)
Quantita' di denaro che e' stata prestata al Paese da governi, enti pubblici o privati di altri Paesi: 27.043,30
(?)
Differenza tra il numero di persone immigrate nel Paese e il numero di persone emigrate dal Paese: -2908015
(?)
Percentuale degli abitanti del Paese che dispone di meno di 2 $ al giorno a testa: 50

Indicatori socio-sanitari

(?)
Percentuale dei bambini vaccinati a spese dello Stato contro le principali malattie infettive (tutti gli altri non vengono vaccinati): 29
(?)
Percentuale delle donne incinte che riceve assistenza gratuita durante la gravidanza e il parto (e altre donne non ricevono assistenza): 53
(?)
Percentuale di abitanti delle citta' che ha facilmente a disposizione acqua potabile (tutti gli altri non hanno accesso ad acqua potabile): 85
(?)
Percentuale di abitanti della citta' che ha a disposizione servizi igienici adeguati ed una rete fognaria (tutti gli altri non hanno servizi igienici): 78
(?)
Percentuale di tutti gli abitanti del Paese che ha facilmente a disposizione acqua potabile (tutti gli altri non hanno accesso ad acqua potabile): 80
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% urbana): 56
(?)
Percentuale di abitanti delle zone rurali che ha a disposizione servizi igienici adeguati ed una rete fognaria (tutti gli altri non hanno servizi igienici): 52
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% totale): 53

Istruzione

(?)
Percentuale della popolazione femminile tra i 15 e i 24 anni che sa leggere e scrivere (tutti le altrei sono analfabete): 77
(?)
Percentuale della popolazione maschile tra i 15 e i 24 anni che sa leggere e scrivere (tutti gli altri sono analfabete): 74
(?)
Percentuale di bambine e bambini iscritti alla prima classe della scuola elementare che raggiungono il quinto anno (tutti gli altri non terminano le elementari): 67
(?)
Percentuale delle bambine iscritte alla scuola elementare tra coloro che hanno l'eta' prevista (tutte le altre non vanno a scuola): 93
(?)
Percentuale dei bambini iscritti alla scuola elementare tra coloro che hanno l'eta' prevista( tutti gli altri non vanno a scuola): 86
(?)
Percentuale delle ragazze iscritte alla scuola superiore tra coloro che hanno l'eta' prevista (tutte le altre non vanno a scuola): 43
(?)
Percentuale dei ragazzi iscritti alla scuola superiore tra coloro che hanno l'eta' prevista (tutti gli altri non vanno a scuola): 40

Comunicazioni

(?)
Numero linee telefoniche ogni 100 abitanti: 0,65
(?)
Numero di telefoni cellulari ogni 100 abitanti: 56,06
(?)
Percentuale degli abitanti del Paese che ha accesso a Internet e lo usa (tutti gli altri non hanno accesso ad Internet): 5,00

Trasporti

(?)
Chilometri di strade ogni 100 Km quadrati:

14,77

(?)
Chilometri di rete ferroviaria ogni 100 Km quadrati:

2,1