esplora

Paesi | Americhe | America meridionale | Guyana

Ambienti naturali e questione ambientale

Il territorio della Guyana è caratterizzato da una natura maestosa e lussureggiante, è puntellato di cascate imponenti, estese foreste pluviali e tropicali e savane abitate da innumerevoli specie di vita animale e vegetale

 

Le cascate Kaieteur si trovano in uno dei due parchi nazionali del paese, il Kaieteur National Park di circa 300 ettari. L'altro parco è quello di Iwokrama, da 360 mila ettari, che si trova nel centro della Guyana. Altrettanto spettacolari sono le cascate Orinduik, che si trovano in una delle regioni più belle della retroterra della Guyana. Ideali per il relax, invece, sono le cascate Marshall

 

Il paese ha 4 differenti zone geografiche:

  1. la fascia costiera;
  2. le foreste interne;
  3. la savana di Rupununi;
  4. la zona sabbiosa desertica.

Più dello 80% è coperto dalle foreste, e soltanto il 2,5% è coltivato

 

Grazie alle numerose politiche forestali, la Guyana conserva ancora alcune foreste vergini con pochi problemi di deforestazione (grazie ai finanziamenti dello stato norvegese)

 

Molte sono le azioni intraprese da questo piccolo paese per salvaguardare quello che è il suo patrimonio più importante: la natura, ancora selvaggia e in gran parte incontaminata, di cui il Parco Nazionale di Kaiateur è un mirabile esempio

 

Flora, fauna e attività umane

Flora

La linea costiera è fasciata dalle mangrovie.

La foresta amazzonica è il regno degli alberi plurisecolari (ebani, ceibe...), ospita anche 5.000 specie vegetali, legno pregiato, piante epifite fiorite, tra cui orchidee e aracee.
Nel sottobosco, si ammassano molte altre specie, grandi o piccole: palme, liane, epifiti (piante che vivono sugli alberi), felci... Quando cade un albero gigantesco, questo causa altre cadute intorno a sé e provoca una caduta di alberi a catena

 

Fauna

Gran parte del territorio è ricoperto da vaste aree paludose, in cui coesistono fino a quattro specie di coccodrilli, tra cui il caimano nero, (una specie molto minacciata a causa dei bracconieri, i quali ne hanno ridotto il 99% della popolazione), anaconde, tapiri, ozelot, scimmie..

A favorire l'esistenza di questi animali è il clima, che per gran parte dell'anno si presenta molto umido

Lungo la fascia costiera, uno spettacolo unico viene offerto dalla schiusa delle uova delle tartarughe marine.

 

Le aree ricoperte da foreste sono luoghi unici per osservare, invece, i giaguari

Territori urbani

 

Panoramica della capitale; da notare l'assenza di edifici alti

 

 

Cattedrale di St. George

L'unica vera città della Guyana è Georgetown: capitale e principale porto guyanense, nonché centro politico, amministrativo, economico e culturale. Fondata dagli olandesi (in un luogo conosciuto oggi come Stabroek), Georgetown ha tuttavia la tipica struttura urbana propria delle città coloniali d'origine inglese.

 

 

Giardini Botanici, Georgetown

Da non perdere: i giardini botanici tropicali, tra i più belli al mondo, i coloratissimi mercati indiani e la cattedrale di St. George, considerata la costruzione di legno più alta nel mondo. La capitale è ricca anche di moschee e templi indù, che abbelliscono e rendono ancora più attraente la città attraversata da canali che ricordano la passata presenza olandese.

Territori rurali

I popoli Akawaio e Arekuna, nuovamente minacciati dal progetto di una diga sul fiume Mazaruni

La fascia costiera della Guyana si trova due metri sotto il livello del mare; tale caratteristica, insieme alla costruzione di una fitta rete di canali, ha contribuito a rendere il terreno particolarmente adatto all'attività agricola: una cintura di terre alluvionali protetta da un sistema di dighe e argini

 

 

Costruzione degli argini lungo la costa della Guyana

 

 

 

 

La principale attività agricola della Guyana è la coltivazione del riso. Gran parte dei coltivatori, tuttavia, rischiano continuamente una drastica riduzione delle aree adibite a risaie a causa della corrente calda de El Niño. Numerosi sono i tentativi di drenaggio e irrigazione annunciati dal governo centrale per il trasporto dell'acqua verso le risaie

 

 

Popoli

Indigeni di etnia Palikur

La terra dei sei popoli” è l'appellativo con cui è conosciuta la Guyana, grazie alla composizione multietnica della sua popolazione: una sapiente miscela di francesi e di creoli, ma anche di comunità brasiliane e cinesi e di etnie amerinde: aruachi, caribi, emerillon, nomadi di lingua tupi-guaranì, galibi (ora noti come kaliña), palikur, wayampi e wayana. Ad essi si aggiungono poi i maroon, discendenti da schiavi africani fuggiti dalle piantagioni e rifugiatisi lungo le rive del fiume Maroni

Indios Raposa

La Guyana, infatti, fu terra di passaggio e oggetto di mire espansionistiche di molte nazioni

 

Gli Indios rappresentano una parte consistente e significativa di questa popolazione, ne sono un esempio gli indiani di Raposa Serra do Sol, una regione al confine tra Guyana, Brasile e Venezuela

 

A confine tra Venezuela e Guyana, troviamo invece il popolo dei Warao, termine che tradotto significa "gente del canoe"

Diritti e cittadinanza

Uccisioni illegali, tortura e maltrattamenti nei confronti di difensori da parte delle forze di sicurezza sono solo alcune delle violazioni dei diritti umani perpetrate in Guyana, come testimoniato dal rapporto annuale 2010 dell'organizzazione Amnesty International

 

Le difficoltà che i popoli della Guyana devono vivere in termini di analfabetismo, violenza, malattie...non sono poche; la Guyana è inoltre un paese con forte rischio di conflitto a causa delle rivendicazioni territoriali dei paesi confinanti

Realtà economica e politica

Colonia olandese dal 1616, nel 1796 la Guyana fu conquistata dagli inglesi. Dopo anni di repressioni violente contro i movimenti indipendentisti, il 26 maggio 1966 la Gran Bretagna riconobbe l'indipendenza della Guyana che rimase comunque membro del Commonwealth

 

Fino al 1880, l'economia della Guyana si fondava essenzialmente sulla coltivazione della canna da zucchero. Con l'abbassamento dei prezzi, gran parte delle attività economiche furono indirizzate verso la coltivazione del riso, la silvicoltura e l'estrazione di minerali, tra i qualila bauxite (di cui la Guyana è tra i principali produttori) e pregiati diamanti.

 

La Guyana è inoltre ricca di miniere d'oro. I metodi utilizzati per la sua estrazione, tuttavia, hanno provocato gravissime conseguenze ambientali

Monete e banconote

Monete della Guyana del valore di 1,5 e 10$

La valuta ufficiale della Guyana è il dollaro guyanese, in vigore dal 1839 dopo aver sostituito il guilder (moneta ufficiale olandese fino al 2002)

 

Le banconote attualmente in circolazione in Guyana sono del valore di 20, 100, 500, 1000$ (raramente vengono usate quelle da 1, 5 e 10$)

Cibo, alimentazione e ricette

La cucina guyanense è una cucina ibrida che rispecchia la multiculturalità del suo popolo, mescolando tradizioni culinarie africane, indiane, portoghesi e cinesi (in inglese).

 

Pepperpot

Nonostante l'ingrediente base di ogni pietanza sia il pesce, il piatto nazionale guyanese è a base di carne: il pepperpot (leggi la ricetta in inglese)

 

Altro ingrediente molto utilizzato nelle ricette guyanesi è il cocco

Arte tradizionale e moderna

L'arte della Guyana spicca particolarmente nel'area caraibica.

Stanley Greaves, The Annunciation, 1993

 

I principali artisti nazionali sono Ronald Savory, Aubrey Williams, che sviluppoò la propria arte a partire dalla "formazione" maturata vivendo con gli indigeni Warrau e Stanley Greaves, pittore e scrittore (guarda alcune delle sue opere)

 

Gran parte dei reperti archeologici che testimoniano la storia della Guyana sono conservati al Museo Nazionale della Guyana

 

Umana Yana

Per quanto riguarda l'architettura, essa è piuttosto varia: dall' Umana Yana, una capanna enorme adibita a centro culturale per spettacoli e mostre

City Hall, Georgetown

 

alla City Hall di Georgetown, in stile coloniale

Musiche e danze

Strumenti musicali Ispano-americani 

Scopri gli strumenti musicali, aerofoni, idiofoni, membranofoni e cordofoni tipici del mondo ispano-americano

La musica della Guyana è una mescolanza di elementi indiani, africani, europei e indigeni.

Tra i generi musicali più diffusi troviamo

  1. il Shanto, particolarmente affine ai generi del Calypso e del Mento. Shanto è un termine bengalese che significa calmo, dal Sanscrito shant. Questo genere divenne popolare in seguito al suo utilizzo negli spettacoli teatrali Vaudeville

 

  1. Indo-caraibico, giunto nel Paese con gli immigranti provenienti dal sud-est asiatico. In origine questo genere comprendeva musica popolare suonata con il dhantal (strumento a percussione costituito da un'asta di acciaio che si regge in mano e viene percossa da un altro pezzo di acciaio a forma di U), i tabla, il sitar, l'armonium e il dholak. La musica era composta prevalentemente da canzoni indù chiamate bhajans.
  2. Il genere tan, unico nella comunità indiana in Guyana e Suriname.

Musicisti locali di Masquerade

Masquerade è probabilmente l'unico genere di musica e danza originario della Guyana. Esso deriva dai canti intonati dagli ex schiavi africani durante le celebrazioni per la fine della stagione del raccolto

Giochi e attività ludiche

Il cricket e il calcio sono i due sport nazionali della Guyana

 

I Giochi panamericani sono, dopo quelli olimpici, la maggiore manifestazione sportiva multi-disciplinare in termini di nazioni partecipanti: organizzati ogni quattro anni, nell'anno precedente quello delle Olimpiadi, vedono in competizione atleti dei paesi del continente americano. Fra gli sport rappresentati ve ne sono alcuni tipicamente latino-americani, come ad esempio la palla basca

Feste e riti religiosi

Le celebrazioni della giornata della Repubblica in Guyana avvengono il 23 febbraio; in questo giorno ha luogo un festival annuale chiamato Mashramani (abbreviato in Mash) che prevede parate, musica, giochi per festeggiare la nascita della repubblica. In lingua amerinda Mashramani significa "la celebrazione di un lavoro ben fatto"

Parata durante i festeggiamenti del Mashramani

 

Agli inizi di marzo, la Guyana festeggia il festival di Phagwa (così chiamato in Bhojpuri, dialetto della regione indiana del Bihar). Il Phagwa, conosciuto più comunemente come Holi, è un festival primaverile celebrato dagli Indù, soprattutto in Paesi come India, Ski Lanka e Nepal, nonchè nei paesi di destinazione della diaspora indiana, come appunto Guyana, Suriname, Sudafrica, Trinidad, Gran Bretagna, Stati Uniti, Mauritius e Fiji.

 

Festival Holi

Diwali è una festa religiosa di origine indiana celebrata il 17 ottobre. Viene detto anche festival delle luci

Scuola ed educazione

La divisa scolastica in Guyana è obbligatoria

L'istruzione scolastica in Guyana è gratuita e obbligatoria per 8 anni, per bambini tra 5 e 14 anni di età. Tutte le scuole del paese sono pubbliche: sia quelle religiose che quelle private furono sostituite dal governo nel 1976.

L'educazione primaria prevede una durata di 6 anni, mentre quella secondaria 5.

Guyana, assieme a Cuba, Islanda, Danimarca e Botswana è tra i paesi al top in termini di percentuale della spesa annuale dello stato dedicata al'istruzione

Fiabe e racconti

La presenza di coltivazioni di tabacco in Guyana ha ispirato numerosi miti come quello del popolo dei Warrau sull'origine del tabacco

Il fantasma del marito è una favola tramandata dai Guarau, indios dell'Amazzonia della Guyana

 

Il pipistrello vanitoso è una fiaba appartenente al folklore ispano americano, ovvero derivante dalla vasta letteratura indigena di Indios, Maya, Aztechi e Inca (guarda l'animazione)

 

La fiaba dell'Airampo, pianta andina utilizzata a simboleggiare il popolo degli indios e le sfide che vivono quotidianamente nel far valere i propri diritti

Personaggi

Monumento in ricordo dell'impresa di Cuffy, Georgetown

Eroe nazionale della Guyana è Cuffy, schiavo orginario dell'Africa occidentale venduto ai coloni olandesi stanziatisi in Guyana. Divenne famoso per aver organizzato una rivolta che coinvolse 2500 schiavi contro il regime coloniale

Alcuni dei più celebri personaggi guyanesi appartengono al mondo della musica; la più famosa è la cantante pop Rihanna, il cui padre era originario delle isole Barbados mentre la madre della Guyana;

 

Eddy Grant

Eddy Grant è un celebre musicista e produttore discografico, nato in Guyana ma naturalizzato inglese. Tra le sue canzoni più famose Gimme Hope Jo'anna

 

Walter Rodney

Entrato nella storia per il suo attivismo anti-colonialista, il dottor Walter Rodney è considerato uno dei padri del panafricanismo

 

Shakira Baksh Cane è una modella nata in Guyana da genitori di origine indiana. Spinta dalla madre ad intraprendere la carriera da stilista di moda, divenne famosa per aver vinto il concorso di miss Guyana nel 1966.

Shakira Baksh Caine