interagisci

Paesi | Americhe | America meridionale | Argentina

...per fare geografia con la rete

Fare geografia è uno dei mestieri più antichi della storia dell’uomo. In ogni epoca l’uomo, organizzato in gruppi (le società), ha lavorato per trasformare la natura (tagliando le foreste, tracciando strade, costruendo ponti e dighe sui fiumi, perforando le montagne, ecc.). Attraverso progetti, regole e strumenti è riuscito a costruire tante case nelle quali vivere. Queste case si chiamano territori. Come ogni casa, anche il territorio è costruito su un terreno (è lo spazio fisico: le montagne, le pianure, i fiumi, ecc.); ha delle stanze organizzate che rispondono a determinate funzioni (gli Stati, le Regioni, le Province, le città, le scuole, i campi coltivati, ecc.); e dei corridoi che mettono in comunicazione le diverse stanze (le strade, le ferrovie, le vie aeree, Internet, ecc.). Dentro queste case chiamate territori vivono gli uomini e le donne, le società con le loro culture (miti, religioni, feste, ecc.) e i loro progetti (le idee di futuro). Ognuno di noi contribuisce alla costruzione di questa casa: ognuno di noi è un po’ geografo. Con i nostri gesti, pensieri e progetti per domani diamo un aiuto alla costruzione del nostro territorio e di quello degli altri. La geografia si può fare anche attraverso Internet. Il territorio è un insieme di stanze tra loro comunicanti e la rete di Internet è una delle possibili strade da percorrere per scoprire le varie parti della casa, ma anche per conoscere chi le abita e, magari per costruire insieme altre stanze. Se la geografia si fa con la rete di Internet, i territori saranno meno concreti, ma ugualmente importanti ed esplorabili. Dentro questi territori invisibili viaggeremo nel mondo, da un Paese all’altro, per scoprirne le caratteristiche, ma soprattutto per capire quali legami esistono tra Paesi vicini e Paesi lontani

Sei un docente e vuoi lasciare un tuo parere?

Log in or create a user account to comment.